Il Messaggio della Santa Casa

La parola dell'Arcivescovo: Il santuario della Santa Casa a servizio della famiglia

S.E. Mons. Fabio Dal Cin

Il Santuario della Santa Casa, luogo  dell’Incarnazione  e della Famiglia di Nazareth, è chiamato  riscoprire continuamente la propria vocazione a servizio di ogni famiglia Chiesa domestica,a prendersi cura di ogni relazione ferita, di ogni persona in ricerca o smarrita. Nessuno deve sentirsi escluso,perché facendosi uomo, Dio è venuto per offrire  a  ciascuno  la  possibilità di fare famiglia con Lui! Sempre nell’esortazione apostolica Amoris Laetitia, Papa Francesco ci invita  a  guardare  la  realtà  attuale di matrimonio e famiglia alla luce dello Spirito: “Il bene della famiglia è decisivo per il futuro del mondo e della Chiesa. Sono innumerevoli le analisi che si sono fatte sul matrimonio e la famiglia, sulle loro difficoltà  e  sfide  attuali.  È  sano prestare  attenzione  alla  realtà concreta, perché le richieste e gli appelli dello Spirito risuonano anche negli stessi avvenimenti della storia, attraverso i quali la Chiesa può essere guidata ad una intelligenza più profonda dell’inesauribile mistero del matrimonio e della famiglia”.(AL,31)
Che cosa ci chiede lo Spirito per custodire e promuovere questo “bene decisivo” per il futuro del mondo e della Chiesa? Anzitutto di non lamentarci e di non piangerci  addosso  per  le  difficoltà!  Siano piuttosto quelle stesse difficoltà a liberare in noi energie di speranza, perché generino sogni profetici,azioni trasformatrici e nuove  forme  di  carità.  È  con  queste disposizioni che durante la Quaresima  il  Santuario  sarà  il  luogo nel quale metterci in filiale ascolto del magistero di Papa Francesco e insieme,accompagnati da Don Renzo Bonetti, mediteremo i punti salienti dell’Amoris Letitia.

Questo è il programma: 

martedì 20 febbraio, ore 21:
La situazione della famiglia oggi:responsabilità e impegno
martedì 27 febbraio, ore 21:
Gesù vero compimento dellafamiglia
martedì 6 marzo, ore 21:
Il sacramento del matrimonio: un dono non solo per chi si sposa ma per tutta la Chiesa
martedì 13 marzo, ore 21:
Tutti protesi verso la famiglia grande:come nella Santa Casa

Tutti sono invitati, giovani e adulti,laici e consacrati,sacerdoti ed educatori.
Iniziamo questo cammino con  grande  fiducia,  perché  certi  che  il  Signore  saprà  indicarci i passi successivi,sia per la vita i ciascuno,sia per il futuro del Santuario, inteso come realtà al servizio di ogni famiglia.